giovedì 14 giugno 2018

Feng Shui

Il Feng Shui è uno stile di vita , un atteggiamento mentale per liberare energie positive. Esistono numerosi libri che riguardano l’argomento, famosi quelli di Lillian Too. 

Le tecniche  Feng Shui, propongono metodi per sistemarela casa o il luogo di lavoro per liberarli dalla confusione in modo che tali eventi possano agire positivamente sulla mente.  Quante volte facendo spazio in un armadio o buttando via vecchi scatoloni pieni di cianfrusaglie o semplicemente sistemando cassetti ci sentiamo meglio. Sono gesti che influiscono anche sull’ordine mentale. La pulizia, la sistemazione della soffitta, dei cassetti eccetera è una pratica che dovrebbe essere frequentemente realizzata, in quanto aiuta a liberare lamente da cattivi pensieri, anche nella nostra testa si fa spazio e rinasce nuova energia. Insieme a scatoloni vanno via brutti ricordi, stati d’animo negativi, malumori, stress.
Il Feng Shui è anche il posizionamento degli oggetti in modo da attrarre energia positiva.



Ecco alcuni consigli Di Feng Shui:
Prima di tutto bisogna allontanare i pensieri pesanti, liberarsene appena si presentano. Per raggiungere questo obiettivo è necessario fare tanto esercizio, non è qualcosa che si raggiunge subito. E’ un lavoro faticoso, bisogna trovare un metodo efficace, che può funzionare o meno a seconda dei casi e delle persone. Mentalmente si può immaginare una mazza da baseball che verrà usata ogni volta che un pensiero cattivo si avvicina. I brutti pensieri saranno le palle in arrivo. L’esercizio va ripetuto,colpite le palle/pensieri, respingeteli al mittente. Ma ognuno può elaborare un proprio sistema da realizzare.
Un buon metodo per chi ha molte cose a cui pensare è quello di trascrivere le cose da fare o da ricordarsi e il secondo dopo dimenticarsene per dedicarsi ad altro o per liberare la mente.
La cosa migliore sarebbe quella di fare una buona meditazione regolarmente,sforzandosi di liberare completamente la mente, cioè non pensare a nulla. Il sacrificio è immane, per questo è necessaria molta pratica, ma una volta raggiunta la completa assenza di pensieri anche per pochi secondi, il benessere vi invaderà.
Evitare di lamentarsi, concentrandosi solo sulle questioni positive. Definire ogni situazione , cioè non lasciare cose in sospeso, che potrebbero generare pensieri. Inoltre la mente di chi critica e giudica troppo gli altri è carica di pensieri inutili che creano sgradevoli stati d’animo fino all’imbruttimento e alla diffidenza.
Feng Shui sul lavoro
Non fatevi bloccare dalle carte: Non lasciate che le carte si impilino davanti a voi sulla scrivania. Se il vostro tavolo è solitamente occupato da pile di fogli, spostatele ai lati in modo da liberare il centro.

Lavorate con la musica: i suoni piacevoli permeano l’ambiente con il flusso dell’energia Yang che genera armonia.    
‘’il piccolo libro del Feng Shui al lavoro’ Lillian Too.

Nessun commento:

Posta un commento